Aggiornamenti della stampante: meglio tenerli automatici o manuali?

Oggi parliamo di aggiornamenti di sistema della stampante, un argomento non troppo mainstream ma di grande importanza per il buon funzionamento del dispositivo. Per molte persone il concetto di “aggiornamento” è legato a qualcosa di negativo o comunque non conveniente. Per altri, invece, l’aggiornamento è un concetto sconosciuto del quale non si conoscono bene le ragioni della sua esistenza. Ecco perché un neofita o uno “smanettone” che vuole capire meglio la logica degli aggiornamenti della stampante sarà sicuramente portato a chiedersi se sia meglio eseguirli automaticamente o meno. Qual è la risposta corretta? Lo scopriamo in questa breve riflessione.

Cosa sono gli aggiornamenti della stampante e a cosa servono?

Innanzitutto perché e come si disattivano gli aggiornamenti automatici della stampante e perché dovresti farlo? Cosa sono esattamente questi update di sistema? Per rispondere in modo chiaro dobbiamo fare un passetto indietro e spiegarti il funzionamento della stampante che è regolato da tante componenti legate ad un “firmware”.

Questo non è altro che un software installato nel sistema della stampante dallo stesso produttore e lavora per impartire ordini all’hardware. Di tanto in tanto le tecnologie evolvono e, quindi, diventa necessario aggiornarle per far si che  la stampante comunichi correttamente con il sistema e con i dispositivi a cui è collegata.

Adesso ti starai chiedendo perché mai si potrebbe volere la disattivazione degli aggiornamenti automatici, visto che questi servono a garantire il buon funzionamento della stampante. Tra l’altro le cartucce che compri nei negozi oppure online hanno un chip aggiornato all’ultima versione, motivo per cui una mancata corrispondenza con l’aggiornamento della stampante causerebbe problemi di funzionamento.

Quando è utile disattivare gli aggiornamenti automatici

Eppure ci sono situazioni in cui disattivare gli aggiornamenti periodici può essere una soluzione per far funzionare bene la stampante. Queste riguardano le situazioni in cui abbiamo una partita vecchia di cartucce da utilizzare oppure quando usiamo quelle  rigenerate, il cui chip è più vecchio dell’aggiornamento corrente della tua stampante.

Queste sono le casistiche che, grossomodo, potrebbero richiedere la disattivazione della funziona di aggiornamento automatico della stampante mentre, in tutti gli altri casi, conviene sempre che rimanga attiva. Chiaramente la decisione dipende dal caso singolo per cui, se hai dubbi circa il tuo modello, conviene sentire il parare di un tecnico o contattare l’assistenza.

Considera anche che alcuni aggiornamenti vengono diffusi per correggere piccoli bug di sistema, soprattutto per le stampanti più recenti che svolgono tante funzioni smart, come l’invio in stampa tramite tecnologia NFC. In questi casi gli aggiornamenti sono utili a “fixare” piccoli intoppi di sistema che ostacolano il corretto funzionamento di alcune funzioni tra cui il contato Wi-Fi, la connessione remota via app smartphone e così via.

Occhio alle cartucce che usi

Quando acquisti le cartucce per la tua stampante otterrai, nella maggior parte dei casi, prodotti con chip aggiornato all’ultima versione del dispositivo. Questo significa che se non hai aggiornato la stampante potresti ricevere un errore di riconoscimento che, tuttavia, si può risolvere aggiornando il dispositivo. Per altre problematiche del genere, infine, conviene sempre affidarsi a rivenditori qualificati, con servizi di assistenza rapidi e nella tua lingua.