Giochi di carte per nerd: i migliori sul mercato

Quando si tratta di fare un regalo a un amico nerd, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Ci si può orientare verso la classica tazza customizzata, oppure verso il set Lego dedicato a un film particolare – vanno tantissimo quelli di Star Wars – ma si rischia, molto spesso, di fare un dono un po’ banale.

Se si ha intenzione di andare sul sicuro con questa tipologia di destinatario, tra le alternative migliori troviamo senza dubbio i giochi di carte, davanti ai quali chi ha il cuore davvero nerd passa ore e ore.

Ok, ma quali sono i migliori? Chi non ha la passione è naturale che si ponga questo interrogativo. Perfetto! Se ti trovi in questa situazione, nelle prossime righe dell’articolo potrai trovare alcune dritte utili al proposito.

 

Jaipur

Quando si parla di giochi di carte amati dai nerd, non si può non dedicare un cenno veloce a Jaipur. Questo gioco, distribuito in Italia dall’azienda Asmodee, prevede la partecipazione di due persone. Adatto a giocatori dai 10 anni in su, ha una durata che, nella maggior parte dei casi, non supera i 30 minuti.

Jaipur prevede che ciascuno dei giocatori partecipanti vesta i panni di un mercante. L’obiettivo è quello di vendere la maggior quantità di mercanzia possibile e di arrivare alla conquista dell’ambito Sigillo di Eccellenza.

 

Magic: the Gathering

Quando si nomina Magic the Gathering, si chiama in causa un regalo in grado di far felice qualsiasi nerd. Parliamo infatti di un vero classico dei giochi da tavola. Ciò che lo rende unico riguarda il mix tra aspetto ludico e collezionismo.

Entrare nel mondo Magic significa infatti “aprire la porta” a un numero di personaggi a dir poco sorprendente. Si va dai mostri ad altre creature fantastiche, senza dimenticare gli straordinari Planeswalker, che hanno la capacità di passare da un universo all’altro.

 

Citadels

Discutere di giochi di carte non mainstream adatti a un amico che ha l’anima nerd vuol dire, per forza di cose, citare Citadels. La prima cosa da dire in merito a questo gioco riguarda il fatto di essere estremamente semplice.

L’obiettivo di ogni giocatore è chiaro nel nome del gioco stesso: costruire una cittadella. Ogni partecipante a questo gioco di carte per nerd deve spendere nel migliore dei modi la somma di denaro che ha a disposizione, tenendo sempre in mente lo scopo sopra ricordato.

Il bello di Citadels riguarda il suo essere, nonostante la semplicità, un gioco movimentato. A ogni turno, infatti, ciascun partecipante “interpreta” un personaggio diverso. Il numero di giocatori che possono cimentarsi con Citadels va dai 2 ai 7. Nel caso in cui si dovesse ricorrere all’espansione Dark City, si può considerare una persona in più. Per quel che concerne la durata, ricordiamo che è pari a circa 45 minuti.

 

Die Crew

Eccoci a parlare di una vera e propria chicca dell’universo di giochi di carte per nerd. Die Crew, prodotto originariamente in Germania e arrivato nel nostro Paese solo lo scorso anno, prevede un numero di giocatori compreso fra i 3 e i 5. La caratteristica che lo rende speciale riguarda il fatto di essere un gioco di carte in cui… è tassativamente vietato parlare! Come comunicano tra loro i partecipanti? Attraverso un segnalino ad hoc da posizionare, a seconda della situazione, sopra, sotto o al centro di una determinata carta.

 

7 Wonders

Questo gioco, frutto del genio creativo di Antoine Bauza – i nerd conoscono e amano questo artista francese – ha nel nome ben chiaro l’obiettivo: i partecipanti devono costruire una delle 7 meraviglie del mondo. Diviso in tre turni, questo gioco, anche se può sembrare il contrario, è molto movimentato e prevede anche dei momenti dedicati al combattimento. Dedicato a un numero di giocatori compreso tra 2 e 7 – se ne può includere un ottavo se si è in possesso dell’espansione Cities – è ideale per chi vuole migliorare la propria mentalità tattica.